Duckduckgo, il papero che non ti spia

Duckduckgo, il papero che non ti spia

Negli ultimi anni la consapevolezza sull’assoluta mancanza di privacy online è sempre più cresciuta, nonostante ci sentiamo così tanto protetti e nascosti dietro allo schermo del nostro computer. Sebbene molti, in modo ragionevole, pensino che in fondo nessuno di noi abbia qualcosa da nascondere, i motivi per cui preoccuparsi della privacy online vanno ben oltre il semplice buon senso di chi vive una normale esistenza lontana dalla criminalità.
Ci sono svariati modi con cui le aziende tracciano i nostri dati e le nostre abitudini online. Oggi ti parlerò di un aspetto in particolare: i motori di ricerca.

Cosa sa Google di me e perché vale la pena esserne a conoscenza?

Ogni tua attività online è tracciata e meticolosamente salvata a fini statistici o di funzionamento del servizio. È la magia del tutto gratis: se qualcosa ti viene offerto in modo gratuito probabilmente stai pagando senza neanche accorgerterne. Come spesso si sente dire: non esistono pasti gratis, nel mondo reale.
Prova a visitare questo indirizzo: https://myactivity.google.com/myactivity. È un elenco parziale di ciò che Google ricorda in maniera minuziosa sulla tua vita online. Con tutti questi dati a disposizione non si tratta solo di avere qualcosa da nascondere: la ricerca è una delle vie principali in cui noi esibiamo su Internet, senza rendercene conto, chi siamo.
La domanda che dovresti farti è:

accetterei che il mio padrone di casa installasse delle videocamere, in modo da spiarmi 24 ore su 24, in cambio di non pagare l’affitto?

Non esiste una risposta giusta o sbagliata. Ognuno di noi ha un naturale rapporto con la propria privacy diverso dagli altri, ma è importante avere la possibilità di scegliere. Se la tua risposta è “no”, o non ne sei sicuro, ti invito a continuare a leggere.

Duckduckgo, il motore di ricerca che non ti traccia.

duckduckgo

Negli ultimi anni sono nati diversi servizi per contrastare l’onnipresenza di Google, Bing e gli altri grandi nomi del settore. Il più noto e affidabile è rappresentato da una simpatica papera con il papillon ed è raggiungibile all’indirizzo https://duckduckgo.com/.

Sarò sincero: Duckduckgo non è completo ed efficiente come Google, né ha tutti i servizi del fratello maggiore, come mappe, notizie e strumenti avanzati. Una cosa, però, lo differenzia in modo particolare: nessuna ricerca viene salvata, tracciata o utilizzata a fini statistici e pubblicitari.
Qualche anno fa, quando è nato, era praticamente inutilizzabile: quasi nessuna delle ricerche era efficace, o addirittura pertinente. Poco a poco, però, l’archivio e gli algoritmi sono stati migliorati, tanto che è possibile ormai utilizzarlo senza problemi come primo filtro.
Io stesso l’ho impostato come motore di ricerca predefinito e passo a Google soltanto nei casi in cui non sono soddisfatto, che sono via via sempre più rari.

Bang! E sei dappertutto.

duckduckgo bang

Una funzione che rende ancora più interessante Duckduckgo sono i cosiddetti “!bang”, semplici codici che, inseriti prima della ricerca, permettono di saltare direttamente ad altri siti: Google, Amazon, Wikipedia, etc…
Per esempio, digitando

!g migliori film su Netflix

saremo portati direttamente a Google che ci fornirà i risultati di ricerca desiderati.

Oppure:

!w Parigi

ci porterà in un istante alla pagina di Wikipedia sulla capitale francese.

O ancora:

!a smartphone Android

ci fornirà i migliori telefoni Android su Amazon.

I !bang sono ormai migliaia e un elenco completo, se vuoi divertirti a scoprirli, è disponibile sul sito di Duckduckgo. Impratichirsi con questo straordinario sistema permette non solo di utilizzare il paperotto per fare ricerche senza essere spiati, ma anche come porta di accesso veloce al resto di Internet.

Estendere la privacy oltre la ricerca.

Il tracciamento dei nostri dati da parte delle compagnie online non avviene solo attraverso la ricerca. Affronterò questo tema in un articolo dedicato ai sistemi per contrastare questa pratica e l’invasione delle pubblicità. Nel frattempo, ti segnalo che Duckduckgo mette a disposizione anche altri due strumenti in tal senso: un’estensione per Firefox, Safari e Chrome e un’app per dispositivi Apple e Android. Entrambe consentono di estendere il controllo della nostra privacy oltre la semplice ricerca in modo rapido e sostanzialmente automatico. Non è necessario impostare nulla. In particolare con l’estensione, una volta installata, cliccando sulla nuova icona che appare in alto a destra nel tuo browser è possibile rendersi conto della reputazione di un sito e sbloccare, se necessario, la protezione anti-tracciamento (utile nel caso dovesse creare problemi di funzionamento).

duckducgo extension and app


Vuoi un aiuto per utilizzare al meglio Duckduckgo?

ABBONATI ORA

oppure

PRENOTA UN INCONTRO INFORMATIVO

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il Portiere Digitale è un'idea di ReAgire a.p.s. e Daniele Savi - http://sonodaniele.it - Partita IVA: 10211100960

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: