Scorciatoie (da tastiera) per la felicità

Scorciatoie (da tastiera) per la felicità

Va bene, forse le cosiddette scorciatoie da tastiera non rendono più felici, ma sebbene mouse e altri sistemi di interfaccia, come i gesti sui più moderni trackpad o smartphone, siano sempre più diffusi, esistono ancora validi motivi per cui queste abbreviazioni possono semplificare la vita nell’uso di un pc. In particolare:

  1. Velocizzano il lavoro. Usare una scorciatoia permette di risparmiare tempo, senza dover staccare le mani dalla tastiera e districarsi con il mouse tra pulsanti o menu.
  2. Sono (quasi sempre) standard. La posizione del pulsante relativo a una funzione può variare da programma a programma, ma generalmente le scorciatoie sono sempre le stesse, almeno per le caratteristiche principali (per esempio copia, incolla, salva, …). Usarle, quindi, consente di poter usare programmi diversi in modo più facile.

Un esempio di questi vantaggi? Prendi il caso tu voglia stampare una pagina web. Tutti i browser, come Chrome o Firefox, hanno ovviamente una funzione di Stampa, ma è spesso relegata in menu molto diversi tra loro. Conoscendo la scorciatoia CTRL-P, invece, la funzione sarà subito accessibile senza che tu debba scoprire dove si trova.

All’inizio le combinazioni di tasti possono sembrare ostiche, ma mano a mano che si usano diventano automatiche come usare il cambio in un’automobile. È utile, quindi, se vuoi imparare a usarle, fare un piccolo sforzo mnemonico (magari aiutandosi con delle note cartacee o digitali da tenere sempre a disposizione), che sarà presto ripagato.

Su Windows le scorciatoie sono di norma attivate utilizzando il tasto CTRL (quello a sinistra o a destra della tastiera, sono uguali), oppure il tasto “WIN” (quello con il logo di Windows, appunto). Altri tasti speciali utili sono ALT e TAB (tabulazione, in alto a sinistra, vicino a Q).

Se invece possiedi un Mac, il tasto da tenere presente si chiama Command, o CMD (gli utenti più veterani lo chiamano anche Mela, perché molti anni fa era presente su quel tasto il logo Apple, ormai da tempo rimosso). Un altro tasto utile è l’ALT, che su Mac viene anche chiamato Option (Opzione) ed è accompagnato da un particolare simbolo. Anche il tasto TAB è leggermente differente sulla tastiera Macintosh, ma si trova nello stesso punto di quella di un pc Windows.

Taglia, copia e incolla.

Sia che tu stia scrivendo un testo, muovendo dei file oppure lavorando in un programma di grafica, copiare e incollare è una delle funzioni più utilizzate. Le scorciatoie per farlo con la tastiera sono
CTRL-X: per tagliare una porzione di testo, un file o altro;
CTRL-C: per copiare, in modo analogo a quanto sopra ma senza distruggere l’originale;
CTRL-V: per incollare nella nuova posizione quanto hai tagliato o copiato.

Su Mac le rispettive combinazioni sono CMD-X, CMD-C e CMD-V.

Oh no, mi sono sbagliato.

Hai effettuato una modifica, ma ti accorgi di aver fatto un errore? Niente paura, il comando Annulla è a tua disposizione fin dagli albori dei personal computer. Per attivarlo dalla tastiera, usa la combinazione CTRL-Z (CMD-Z su Mac). C’è di più, si può anche annullare l’annullamento! Ovvero ripristinare la modifica, utilizzando la combinazione CTRL-Y su Windows, o SHIFT-CMD-Z su Mac. Non giocarci troppo, però, o al tuo computer potrebbe venire il mal di mare.  😀

Seleziona tutto.

Sono molti gli esempi di situazioni in cui è utile selezionare tutto ciò su cui stai lavorando, per esempio un intero documento per applicare il giustificato, oppure tutti i file di una cartella visualizzata. È molto semplice, utilizzando la scorciatoia CTRL-A su Windows e CMD-A su Mac.

Chi cerca, trova.

Windows e Mac dispongono di potenti sistemi di ricerca di documenti e programmi. In Windows è presente nel Menu Avvio, e si attiva utilizzando il pulsante WIN, senza nessun altro tasto. Su Mac invece si chiama Spotlight, e si avvia con la combinazione CMD-SPAZIO. Prova! È un metodo molto più veloce per avviare le applicazioni, invece di cercare l’icona nel menu o sul desktop.

In molti programmi, come i browser Internet, esiste inoltre una funzione di ricerca nel testo che consente di trovare qualsiasi parola in ciò che stai visualizzando. È utile in pagine web e articoli molto lunghi, per esempio. La combinazione di tasti in questo caso è CTRL-F (da Find, che in inglese significa cerca). Su Mac analogamente basta usare CMD-F.
Una delle notabili eccezioni a questa regola è, purtroppo, Microsoft Office, dove CTRL-F è usato per altre funzioni e la ricerca è attivabile con la scorciatoia CTRL-MAIUSC-T (maiusc è il tasto per fare le maiuscole, con la freccia verso l’alto). Non è proprio semplice, quindi in questo caso puoi usare l’icona!  😀

Testo con stile.

Se hai mai scritto un documento, ti sarà certamente capitato di aggiungere stili come il grassetto, o l’italico. Anche in questo caso non è necessario trovare il pulsante giusto tra i tanti che affollano lo schermo.
CTRL-G (o CTRL-B, a seconda del programma), attiva il grassetto.
CTRL-I modifica il testo in italico.
CTRLU aggiunge una sottolineatura.

Su Mac i rispettivi comandi sono CMD-B, CMD-I e CMD-U.

Salva e stampa.

Salvare di frequente un file, qualsiasi sia il programma sul quale tu stia lavorando, è sempre di fondamentale importanza per non perdere tutto in caso di guasti. Usare la giusta scorciatoia consente di non interrompere il flusso di lavoro, o quasi. Senza staccare le mani dalla tastiera, digita CTRL-S (CMD-S in Mac), e il tuo documento sarà al sicuro.

A questo punto, con il comando CTRL-P (CMD-P in Mac) potrai inviarlo alla stampante, per mostrare la tua bravura a colleghi, amici e parenti.

Altre utili scorciatoie.

Windows.

ALT-F4: chiude il programma in esecuzione, analogamente al comando Esci o alla croce in alto a destra sulla finestra.

ALT-TAB: consente di passare velocemente da un programma a un altro.

CTRL-T e CTRL-W: nei browser come Chrome e Firefox, il primo comando crea una nuova scheda, per aprire più pagine in contemporanea. Il secondo chiude la scheda visualizzata. Se vuoi passare in modo rapido da una scheda all’altra, puoi usare CTRL-TAB (diverso da ALT-TAB!).

WIN-L: consente di bloccare il computer e tornare alla schermata di richiesta password. I programmi in esecuzione non vengono chiusi, così come quando lo spegni, per cui è utile se non si è da soli e ci si deve assentare temporaneamente dalla postazione e non si vuole che qualcuno frughi tra i nostri file.

CTRL-ALT-CANC: chiudo con un evergreen. Chi non conosce i mitici tre tasti di emergenza? In passato, premerli insieme riavviava il PC, ma nelle più moderne versioni di Windows questa combinazione attiva un’utile schermata con varie funzioni, tra le quali Gestione attività, un centro di controllo dal quale si può monitorare il computer, chiudere programmi bloccati e verificare le prestazioni. Se il tuo PC non risponde e neanche questo funziona, spegnilo con il tasto di accensione.

Non ti basta? Un elenco completo di tutte le scorciatoie presenti in Windows è disponibile in questa pagina del sito Microsoft.

Mac.

CMD-Q: chiude il programma in esecuzione.

CMD-W: chiude la finestra visualizzata, o il pannello di un browser.

CMD-T: apre un nuovo pannello di un browser o altro programma.

CMD-H: nasconde la finestra visualizzata.

ALT-CMD-ESC: consente di chiudere in modo forzato un programma bloccato.

BARRA SPAZIATRICE (dopo aver selezionato un file): attiva la visualizzazione rapida di un documento/immagine/video.

CMD-TAB: consente di passare velocemente da un programma a un altro.

Non ti basta? Un elenco completo di tutte le scorciatoie presenti in Mac OS è disponibile in questa pagina del sito Apple.


Mi sono dimenticato di una scorciatoia che usi spesso? Aggiungila nei commenti! Se invece vuoi un aiuto per utilizzare al meglio le scorciatoie da tastiera…

PRENOTA UN INCONTRO GRATUITO

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il Portiere Digitale è un'idea di ReAgire a.p.s. e Daniele Savi - http://sonodaniele.it - Partita IVA: 10211100960

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: